fbpx
Maggio – mese del “IO HO..”

Maggio è il mese del Contadino, legato alla TERRA  ed alla sua concretezza, dopo mesi di lavoro, il terreno da’ i suoi primi frutti.

Nelle campagne si sentono i suoni degli orti che si riattivato, anche i terrazzi vengono abbelliti e curati.

È il momento dell’anno in cui noi entriamo in relazione con la Natura.

La Sua bellezza è alla portata di tutti e tutti possono prendersene cura.

Possiamo seminare girasoli che in breve tempo fioriranno, possiamo potare e fertilizzare le nostre piante affinché siano pronte a produrre nuove foglie e nuovi fiori.

Che bello eh?

Ma quando andavo a scuola, ricordo, questo periodo era tremendo, bisognava fare un ultimo immane sforzo prima delle vacanze, districandoci tra compiti in classe e interrogazioni.

Mi avessero detto che questo era in linea con l’agito della Natura, non ci avrei creduto, Lei così bella mentre studiare ore assolutamente no! 😉

Eppure se ci avessero sostenuto a pensare che quelle verifiche erano la prova “tangibile” dell’aver appreso nuove informazioni e che potevamo rendercene conto proprio grazie questo, forse avremmo vissuto con più serenità quel momento, vero?

Abbiamo la possibilità però di viverlo ora!

Immaginiamo le esperienze vissute da Settembre ad ora come le azione fatte da un contadino per arrivare oggi a vedere le nuove piante dell’orto.

IO HO  acquisito informazioni, IO HO accumulato esperienze in questi mesi complessi, IO HO provato emozioni, IO HO scoperto qualcosa di nuovo in me.. Questo mi ha cambiata e ora  IO HO una nuova me davanti agli occhi!

E’ il momento ideale per dirci che non siamo più le persone di un anno fa, siamo altro e dobbiamo esserne consapevoli come  il  contadino che HA materialmente – grazie alle nuove piante – la prova  tangibile di quanto fatto fin ora.

Prova a vivere questi giorni con pragmaticità: HAI tra le mani la meraviglia che sei diventata!!!

Come ti fa sentire?? 

Un abbraccio come sempre da cuore a cuore.

Se questo articolo ti è piaciuto
iscriviti alla mia newsletter
mi leggerai 1 volta a settimana
e subito riceverai
un guida in regalo:
"sei nata per esser felice, non distrarti!"

    Quanto pesa il giudizio degli altri :(

    CIAO BELLA DONNA,

    oggi ti voglio parlare di un argomento che mi sta molto a cuore e che è importante guardare da una nuova prospettiva per riprendere in mano la propria vita.

    Magari ci sentiamo pronte a portare un cambiamento più in linea con il nostro sentire,  ma qualcosa impedisce le nostre azioni: sto parlando del giudizio degli altri.

    Difficile agire se chi ci sta intorno non ci sostiene, vero?

    Ho visto ieri sera The Aeronauts, un film che tratta dell’impresa del 1962 di James Glaisher e del suo compagno di avventura Henry Coxwell: un volo in mongolfiera all’altezza di quasi 39.000 piedi, facendo segnare un record di altitudine che è resistito per 45 anni. 

    Oltre alla bellezza scenografica e di fotografia, ciò che mi ha colpito è il fatto che il protagonista fosse deriso e denigrato dalla società scientifica perché aveva l’ardire di voler prevedere le condizioni climatiche, inventando di fatto la moderna meteorologia.

    Ho pensato che molti dei “grandi che fecero imprese” subissero lo stesso destino. 

    Già… Ti senti in una situazione simile?

    Cerca di non sminuire la tua “impresa”, immaginala importante proprio come quella di James, perché in fondo lo è: cambierà il mondo, il tuo mondo!!!

    Chi dunque ti boicotta in maniera più o meno velata?

    Prova davvero a guardare la tua vita con questa prospettiva, prova a domandarti QUANTO PESA IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI, quanto l’esterno TI influenza, ti blocca, così da – tu per prima – non permetterti di scoprire e azionare la leva della tua realizzazione.

    E una volta compreso, cosa potrai fare?

    Quello che i grandi hanno sempre fatto, si sono circondati di persone che parlassero la loro stessa lingua, come James con il suo compagno Henry – tra l’altro nel film il compagno di avventure è una donna, Amelia, ed è lei che libera i pesi della mongolfiera per alleggerirsi e volare verso le stelle!)

    E’ vero, l’autodeterminazione è importante ma alle volte un aiutino non fa male 😉

    Pensa all’adolescenza, momento davvero confuso, emotivamente denso, cosa ci ha “salvate”? Le amicizie, le passioni condivise, le speranze e le risate ed i pianti fatti insieme. 

    Per la psicologia dell’età evolutiva, questa è una fase fondamentale perché l’individuo diventi maturo e per farlo ha bisogno di avere un gruppo di appartenenza che sia lo specchio che lo definisce.

    Se durante la tua adolescenza non hai potuto fare questa straordinaria esperienza,  hai la possibilità di farlo ora! 

    Se l’hai fatta, recuperane la qualità!

    La primavera è paragonata alla giovinezza, dunque permettiti in questi mesi di scegliere le tue relazioni.

    Scegli con cura persone che ti stimano, che ti sostengono, scegli di chiamare l’amica che ti incoraggia. 

    Hai una passione, cerca chi la condivide.

    Immaginati la ragazzina spaesata  alle superiori che sta diventando donna ( il cambiamento che vuoi portare nella tua vita ) e cerca il tuo gruppo di appartenenza.

    Forse il “mondo accademico” della tua vita non smetterà di criticarti e di farti pesare le tue scelte , ma sarà più facile perseguirle e non farti buttare giù, se al tuo fianco avrai degli alleati che – come te – vogliono cambiare il loro mondo!

    Ovviamente bella donna, se vuoi, io mi prenoto per essere una delle tue Amelia! 🙂    COME??? 

    ISCRIVENDOTI ALLA MIA NEWSLETTER,
    SUBITO RICEVEREAI LA GUIDA GRATUITA:

    SEI NATA PER ESSER FELICE, NON DISTRARTI !

      Immagine di Kinga Cichewicz

      Aprile: APPASSIONATI .. di TE!

      ciao bella donna,

      Eccomi pronta a parlarti del passionale elemento del mese il FUOCO con tutto il fervore che mi brucia dentro !!! 😉

      L’elemento FUOCO parla agito, la Natura si muove verso la sua realizzazione e lo fa con sfrontatezza e autoderminazione, non trovi?

      I fiori sbocciano nei posti più impensati, gli uccellini cantano tra i palazzi delle città, l’aria si ripulisce nonostante tutto.

      E’ ora dunque tempo di agire bella donna!

      Il fervore che ci ha accompagnate durante la nostra adolescenza – la Primavera è associata alla giovinezza – va riconquistato, la forza che ci faceva andare contro tutti e tutte deve muovere i nostri passi.

      Ricontatta quell’emozione, ricorda il cuore che batte e le mani che sudano per una passione, un amore un ideale…

      Ora quella passione rivolgila verso te stessase sei qui a leggermi è perché vuoi apportare un cambio alla tua vita, vuoi sbloccarti e vuoi tornarne protagonista con la spinta necessaria per rimettere tutto in moto.

      Dunque oggi fai il primo passo, accendi la miccia: che cosa desideri ?   

      SII PRATICA 

      –  Vorresti fare quel corso? Iscriviti ora – anche online –

      – Hai un dolore alla schiena da mesi? Fissa oggi un appuntamento con un osteopata.

      – Ti senti che sei sempre di corsa? Segui sui social i consigli di un personal organizer .

      – Senti che vuoi lavorare sulla tua femminilità? Cerca una Moon Mather

      Tu sai di cosa hai bisogno per rifiorire, io so che questo è il momento giusto per farlo, lo sai anche tu vero???

      Scrivendoti questa mail il cuore mi batte forte, anche mentre la pensavo sai?  Perché davvero il mio FUOCO è aiutarti, sostenere il  viaggio che ti conduca a riprendere in mano la tua vita.

      Dunque se senti che è il momento di agire, inizia con me  un percorso individuale, per te  che sei iscritta alla mia newsletter, ci sarà un super sconto! 🙂

      Il primo incontro via Skype è gratuito così potremo insieme capire se il lavoro che ti propongo sia il più efficace per te, oppure se hai bisogno di altro, il mio desiderio è di aiutarti anche in questo.

      SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CLICCA QUI

      Appassionati a te bella donna e fatti trasportare dal fuoco che hai dentro.

      Un abbraccio, come sempre, da cuore a cuore.

      Immagine Mohamed Nohassi

      Vuoi tirar fuori il meglio di te? Fai Fiorire la tua vita!

      Nel video che vedrai QUI ,  attraverso la semplice ma efficace metafora del seme che diventa fiore avrai delle strategie utili per tirar fuori il meglio di Te.. Il meglio per Te!

      Parlerò di mente corpo e emozioni sostenendoti nel fare un viaggio verso la tua fioritura personale.

      A presto.. E BUONA FIORITURA!!!

      Un mare di emozioni

      Ciao bella donna

      oggi entriamo nel vivo dell’elemento del mese , l’ ACQUA, legata indissolubilmente al tema delle emozioni, così come la terra al corpo, l’aria ai pensieri e il fuoco all’agito/istinto.

      Marzo precede la Primavera, ha senso dunque soffermarsi sul come stiamo, prima di fiorire in tutta la nostra bellezza, è un po’ come fare un check prima di partire per un nuovo viaggio…

      Le emozioni sono per molte di noi un tallone d’Achille, dicono che siamo troppo emotive e noi spesso di sentiamo in balia di esse, vero??

      Anche io mi son trovata a non gestirle e a sentirmi distrutta dopo che emergevano, ho provato a controllarle, ho provato a farmi scivolare addosso gli attacchi esterni ma inevitabilmente ci ricadevo appena la soglia di attenzione calava.

      Capita anche a te? 

      Che rapporto hai con le tue emozioni?

      E si, dobbiamo parlate di “rapporto” perché le emozioni fanno parte di noi, se abbiamo perso i denti aguzzi e i peli durante l’evoluzione MA NON le emozioni, significa che a qualcosa dovranno pur servire!

      Si ma a cosa, se ci fanno stare così male e non ci fanno esser padrone di noi stesse?

      Il punto è proprio questo: quanto giudichi le tue emozioni? 

      Quanto giudichi come ti fanno agire?

      Questo è il primo passo che su cui dobbiamo soffermarci per poi comprenderne l’utilità.

      Immagina che le emozioni siamo come delle bimbe che, se qualcosa non va, manifestano il loro dissenso, che succede se non vengono ascoltate?

      Che succede se ad una bimba le si dice di “non piangere”, se la si evita, se le si dice “Calmati! Non va bene arrabbiarsi cosi!!!”? Probabilmente si sentirà ancora più triste, ancora più arrabbiata.

      Senti dentro di te quanto il tenere a bada l’emozioni sia faticoso, come se avessi dentro un vulcano e facessi di tutto per tapparlo, è evidente che ad un certo punto il vulcano scoppierà, facendoti perdere il controllo.

      “E quindi?” – mi dirai tu –

      E quindi bella donna prenditi questa settimana per ascoltare le tue emozioni e scoprire quali sono quelle che proprio non sopporti e cerchi il più possibile di “tappare”, prova a porti con te stessa in una prospettiva empatica che ti permetta così di comprendere profondamente perché le bimbe/emozioni stanno emergendo, vedrai che se saranno ascoltate “usciranno” meno sgangherate e fuori controllo!

      Un abbraccio, come sempre, da cuore a cuore.

      Marzo: come ti senti a casa??

      Come ti senti a casa??

      lo so, lo so proprio quest’anno il parlare di come si sta in casa muove infinite emozioni, perché per tanto siamo state obbligate a starci e chissà ancora per quanto ci staremo, o meglio ancora per quanto non potremo uscire a fare tutte quelle cose che ci piacciono assai.

      Vorrei però fare un pezzettino in più con te e immaginare che noi siamo la nostra casa… Il nostro corpo lo è e dentro ad esso c’è l’infinita meraviglia che siamo, ma come stiamo li?? 

      Ci sentiamo al sicuro? Ci sentiamo in trappola? Sembra che ci sia sempre uno stato di emergenza? 

      Come è la nostra casa? E’ accogliente? E’ giudicante? E’ luminosa? Ha stanze nascoste?     

      Ora prova a pensare che questa casa sia la scena di uno spettacolo teatrale, ricordi che nelle mail in cui mi son presentata ti dicevo che il teatro è stata casa per molto tempo? Da questa associazione ho pensato di proporti questa attività.

      Senti come stai e poi pensa che ruolo hai li dentro..

      – Sei una comparsa? – Le cose accadono e tu senti di non aver facoltà di decidere?

      – Sei un comprimario? – Sei interpellata solo in alcune occasioni?

      – Sei l’antagonista? – Tendi a boicottare la scena?

      …… e poi c’è LEI: LA PROTAGONISTA! 

      Questo è il “ruolo” che possiamo interpretare nella vita, perché la scena è tua, la casa è la tua e tu ne sei padrona.  Dunque permettiti di far si che il luogo dove abiti e abiterai sia come desideri tu e agisci per trasformarlo –  qualora qualcosa non sia come vorresti.

      Apri le finestre e cambia aria se c’è buio e senti costrizioni. 

      Lava con l’acqua tutto lo sporco –  il di più che non ti serve e che ha lasciato traccia – se senti il bisogno di rinnovarti.

      Colora le pareti con ciò che di bello vuoi nella tua vita.

      E poi una volta che ti sei presa cura della casa, immaginati comoda su un morbido divano a goderti la tua casa, la tua vita!

      Illustrazione Valentina Locatelli

      ho realizzato un guida gratuita in cui potrai
      tornare protagonista della tua vita in 4 passi!!!