fbpx
188 Views

Ciao bella donna,

anche tu stai facendo fatica in questo  Luglio torrido? Pare anche a te ci stia mettendo alla prova? 

Mancano pochi giorni all’arrivo delle ferie, per chi ci andrà, e il caldo, i nubifragi, gli incendi, il green pass sono solo alcuni dei fattori che ci stanno facendo urlare “non ne posso più” vero?

Vorrei dunque con questa mail provare a ricentrarmi insieme a te e sostenerti nel perseguire l’obiettivo fondante: la tua realizzazione personale.

Siamo stanche – è vero – e ovviamente ti sosterrò al riposo nella prossima newsletter – dedicata all’arrivo di Agosto – ma oggi voglio provare con te a guardare questo tema da un altro punto di vista che spero possa aiutarti nel tuo cammino nonostante o “proprio” perchè è un momento in cui si fa fatica.

Come già dettoci la Natura in questo mese mostra platealmente – così che noi possiamo vederla con chiarezza – la sua realizzazione: i frutti sono abbondati e gustosi, anche quest’anno ha raggiunto il suo obiettivo, giusto?

Ma come fa, potremmo chiederci, nonostante le evidenti difficoltà di cui noi spesso siamo causa?

Principalmente i fattori son 2:

– il primo è legato al suo processo annuale che la fa esser pronta al momento giusto, ne parliamo ogni mese in queste Newsletter e spero continuerai il viaggio con me, leggendole e riscoprendo –  mese dopo mese –  il tuo personale  processo creativo!

– il secondo fattore, del quale vorrei ponessi ora l’attenzione, è che l’albero per dare frutti e nutrire DEVE NECESSARIAMENTE DARSI LA POSSIBILITA’ DI NUTRIRSI LUI PER PRIMO.

Più l’albero affonda le sue radici in un terreno fertile, più è baciato dal sole e gode della pioggia più i suoi frutti saranno succulenti e carichi di vitamine.

Ora se trasliamo questo nella nostra vita, potremmo permetterci con serenità di ascoltare e nutrire i nostri bisogni sapendo che questo è necessario per la nostra realizzazione.

Che ne pensi?

Prova questa settimana a sentire emotivamente cosa è per te “terreno fertile” dove affondare le tue radici, quale è il tuo sole, e la tua pioggia.

Ascolta i tuoi bisogni, non limitarti pensando che sono infattibili, ora è tempo di “sentire”  come ci suggerisce l’ elemento del mese, l’ACQUA; avremo poi un tempo dedicato anche all’ agire e  al pensare..

IMMAGINE Kinga Cichewicz