fbpx
5 esercizi ANTISTRESS!!!

Ciao bella donna,

come sta andando la tua coccola invernale?

Hai trovato il tuo rifugio? 

Hai permesso ai tuoi sensi di nutrirti come il semino con la terra?

Ho ricevuto molte lettere dopo la mia della scorsa settimana – se non l’hai letta CLICCA QUI – nelle quali mi si confidava la fatica nel prendersi tempo per se.

Ti ci ritrovi? Senti anche tu l’ “ansia” di esser sempre di corsa?

Questo tema accomuna molte di noi, sai?  Ci sentiamo sempre in rincorsa, sotto stress, sentiamo di non riuscire a trovare il modo ed il  momento per ricaricare le batterie, tanto da aver addirittura dimenticato quali e quante cose potremmo fare per coccolarci.

Ho pensato dunque di scriverti questa lettera con l’intento di aiutarti ad abbassare i tuoi  livelli di stress.

Ho creato dei micro contenuti nei quali ti propongo semplici ma efficaci esercizi da integrare nella tua frenetica quotidianità – così da non rubare tempo ad altro – ma che potranno davvero aiutarti a vivere la tua vita con più presenza e serenità!

Dove trovarli? 

Se sei iscritta a Instagram CLICCA QUI

Se sei iscritta a Facebook CLICCA QUI 

E inizia a seguirmi, caricherò 1 video al giorno fino a Domenica.

Non ti spoilero nulla ma ti dico solo che i nostri aiutanti saranno i 5 sensi, che ognuno di loro, se ascoltato durante le attività quotidiane, potrà davvero permetterti di stare nel QUI E ORA e dunque esser, ogni giorno sempre un po’ di più, serena e tranquilla per affrontare gli accadimenti della vita.

Prova gli esercizi proposti e poi scrivimi quale senso ti ha più aiutata.

Immagine JESHOOTS.COM

Coccolati è Inverno!

Ciao Bella Donna,

siamo nel bel mezzo del primo mese invernale lo vedi anche tu, ovunque tu sia? 

Stai provato ad allinearti al suo silenzio come suggeritoti nell’ articolo precedente?  – Se non l’hai letta CLICCA QUI -.

La Natura si mostra  come addormentata, ma in realtà qualcosa di straordinario sta accadendo sotto terra, il semino è nato ed ora è protetto e nutrito da una madre che desidera solo il suo bene, la sua realizzazione in germoglio e poi in fiore.

Pensa di traslare questo accadimento nella tua vita, tu sei quel semino, tu sei quella madre che lo coccola.

Se ci vedessimo così ci sentiremmo a casa, sempre e comunque, protette e al sicuro, non trovi??

Una casa senza conflitti, una casa senza ostilità..

Sentiti a casa, sii la tua casa e goditi il tepore che emana la pace che riscoprirai !!!

Inizia ad immaginarti come il genitore che avresti voluto da piccola.. Permettiti questa cura, ti darà l’energia di intraprendere il viaggio verso tua realizzazione.

Gennaio è collegato all’elemento TERRA che parla di corpo, il tuo corpo che – come il semino – può esser nutrito.

  • Cosa ti nutre dunque??
  • Cosa puoi fare a casa per coccolarti?
  • Cosa ti fa stare bene?
  • Cosa ti da pace??

Prenditi del tempo per rispondere a queste domande, trova un luogo speciale in casa – il tuo nido, il tuo rifugio –  dove metterti comoda e ascoltarti .. 

Parte tutto da qui.. Dalla relazione amorevole che instauri con te stessa, il resto  – DAVVERO – verrà da se!

Immagine Taisiia Stupak

Prenditi il tuo tempo…

CIAO BELLA DONNA,

questo articolo è stato scritto tra la campagna e Milano, ho riaccompagnato mia mamma in città dopo le feste passate da noi..

Sapevo già cosa volerti raccontare ma questa mattina, guardando fuori dalla finestra il contenuto si è completato.

Ti confesso che questo è sempre stato per me il periodo dell’anno che mal sopportavo, vedevo, da piccolina, così lontana l’Estate ed il mio amato mare, il buoi, il freddo non mi piacevano per niente. 

Poi, camminando la ruota delle stagioni, ne ho scoperto la potenzialità: è tempo di riposo, di rallentare proprio come in Natura. 

Nelle prossime settimane ti parlerò in dettaglio di come affrontare l’Inverno e renderlo un’occasione unica per intraprendere la strada della tua realizzazione, ci immagineremo semi coccolati dalla terra e ti suggerirò alcuni esercizi pratici perchè tu possa nutrire la tua felicità.

Oggi vorrei che ci preparassimo per benino.. 

Oggi ti parlo di silenzio, di calma..

CLICCA QUI troverai una sorta di ninna nanna che mi aiuta ad allinearmi al ritmo della stagione..

Lo so lo so.. Sembra che tutti siano ripartiti a bombazza e se vivi in città non puoi esimerti dal rincorrere quel ritmo me ne sono accorta – come ti dicevo – questa mattina con una Milano sveglia e frenetica come in qualsiasi altro giorno dell’anno ma abbiamo sempre la possibilità di muoverci tra le maglie della vita e dunque ti propongo di trovare il luogo più in Natura nel quale ti è possibile accedere – anche un parco andrà benissimo – e scorgerne il silenzio e la calma.

Ascolta attentamente i non suoni che ti circonderanno e ascolta come di fanno stare..

.. E poi raccontami la tua esperienza nella tua prossima lettera.

Rallenta mia cara, ritrova il tuo silenzio interiore e perchè no potresti addirittura decidere di fare una gita fuori porta nel fine settimana, il bosco in questi giorni è una carezza gentile che zittisce i pensieri e scalda il cuore!

Immagine di Aron Visuals

Un mare di emozioni

Ciao bella donna

oggi entriamo nel vivo dell’elemento del mese , l’ ACQUA, legata indissolubilmente al tema delle emozioni, così come la terra al corpo, l’aria ai pensieri e il fuoco all’agito/istinto.

Marzo precede la Primavera, ha senso dunque soffermarsi sul come stiamo, prima di fiorire in tutta la nostra bellezza, è un po’ come fare un check prima di partire per un nuovo viaggio…

Le emozioni sono per molte di noi un tallone d’Achille, dicono che siamo troppo emotive e noi spesso di sentiamo in balia di esse, vero??

Anche io mi son trovata a non gestirle e a sentirmi distrutta dopo che emergevano, ho provato a controllarle, ho provato a farmi scivolare addosso gli attacchi esterni ma inevitabilmente ci ricadevo appena la soglia di attenzione calava.

Capita anche a te? 

Che rapporto hai con le tue emozioni?

E si, dobbiamo parlate di “rapporto” perché le emozioni fanno parte di noi, se abbiamo perso i denti aguzzi e i peli durante l’evoluzione MA NON le emozioni, significa che a qualcosa dovranno pur servire!

Si ma a cosa, se ci fanno stare così male e non ci fanno esser padrone di noi stesse?

Il punto è proprio questo: quanto giudichi le tue emozioni? 

Quanto giudichi come ti fanno agire?

Questo è il primo passo che su cui dobbiamo soffermarci per poi comprenderne l’utilità.

Immagina che le emozioni siamo come delle bimbe che, se qualcosa non va, manifestano il loro dissenso, che succede se non vengono ascoltate?

Che succede se ad una bimba le si dice di “non piangere”, se la si evita, se le si dice “Calmati! Non va bene arrabbiarsi cosi!!!”? Probabilmente si sentirà ancora più triste, ancora più arrabbiata.

Senti dentro di te quanto il tenere a bada l’emozioni sia faticoso, come se avessi dentro un vulcano e facessi di tutto per tapparlo, è evidente che ad un certo punto il vulcano scoppierà, facendoti perdere il controllo.

“E quindi?” – mi dirai tu –

E quindi bella donna prenditi questa settimana per ascoltare le tue emozioni e scoprire quali sono quelle che proprio non sopporti e cerchi il più possibile di “tappare”, prova a porti con te stessa in una prospettiva empatica che ti permetta così di comprendere profondamente perché le bimbe/emozioni stanno emergendo, vedrai che se saranno ascoltate “usciranno” meno sgangherate e fuori controllo!

Un abbraccio, come sempre, da cuore a cuore.

Marzo: come ti senti a casa??

Come ti senti a casa??

lo so, lo so proprio quest’anno il parlare di come si sta in casa muove infinite emozioni, perché per tanto siamo state obbligate a starci e chissà ancora per quanto ci staremo, o meglio ancora per quanto non potremo uscire a fare tutte quelle cose che ci piacciono assai.

Vorrei però fare un pezzettino in più con te e immaginare che noi siamo la nostra casa… Il nostro corpo lo è e dentro ad esso c’è l’infinita meraviglia che siamo, ma come stiamo li?? 

Ci sentiamo al sicuro? Ci sentiamo in trappola? Sembra che ci sia sempre uno stato di emergenza? 

Come è la nostra casa? E’ accogliente? E’ giudicante? E’ luminosa? Ha stanze nascoste?     

Ora prova a pensare che questa casa sia la scena di uno spettacolo teatrale, ricordi che nelle mail in cui mi son presentata ti dicevo che il teatro è stata casa per molto tempo? Da questa associazione ho pensato di proporti questa attività.

Senti come stai e poi pensa che ruolo hai li dentro..

– Sei una comparsa? – Le cose accadono e tu senti di non aver facoltà di decidere?

– Sei un comprimario? – Sei interpellata solo in alcune occasioni?

– Sei l’antagonista? – Tendi a boicottare la scena?

…… e poi c’è LEI: LA PROTAGONISTA! 

Questo è il “ruolo” che possiamo interpretare nella vita, perché la scena è tua, la casa è la tua e tu ne sei padrona.  Dunque permettiti di far si che il luogo dove abiti e abiterai sia come desideri tu e agisci per trasformarlo –  qualora qualcosa non sia come vorresti.

Apri le finestre e cambia aria se c’è buio e senti costrizioni. 

Lava con l’acqua tutto lo sporco –  il di più che non ti serve e che ha lasciato traccia – se senti il bisogno di rinnovarti.

Colora le pareti con ciò che di bello vuoi nella tua vita.

E poi una volta che ti sei presa cura della casa, immaginati comoda su un morbido divano a goderti la tua casa, la tua vita!

Illustrazione Valentina Locatelli

ho realizzato un guida gratuita in cui potrai
tornare protagonista della tua vita in 4 passi!!!

Febbraio e il canto degli uccellini

Ciao BELLA DONNA,

hai sentito che è tornato il canto degli uccellini???  🙂

Adoro ascoltarli all’imbrunire e la mattina poi .. accompagnano il mio risveglio.

Qualche giorno fa ancora dormivano forse 😉  e poi eccoli tornare e tutto cambia!

Non trovi anche tu che quel suono porti con se un’aria completamente differente?

Potrebbe esser una giornata come le precedenti ma il canto degli uccellini muove qualità differenti che parlano di novitudine, risveglio e tenerezza.

A te cosa muove il loro canto?? Sono curiosissima di sapere come vivi tu questo momento.

Pensa.. Abbiamo così tanti stimoli, il contesto è composito intorno a noi eppure basta che una SOLA variabile cambi e tutto cambia!!!

Se una fonte esterna modificandosi modifica il mio sentire cosa accadrebbe se modificassi anche solo un mio gesto quotidiano?? Forse la rivoluzione!! Che ne dici??

Vuoi provare a pensare a qualcosa di nuovo che potresti fare per te ed iniziare a farlo?

Magari potresti decidere di sederti a fare colazione – anche 5min. – senza sbocconcellare in piedi un biscotto e correre via con la mente già altrove.

Potresti guardarti allo specchio e dirti 3 cose carine..

Potresti stiracchiarti la mattina appena sveglia..

Potresti prenderti un momento per te finita la giornata lavorativa e rilassarti prima di fare qualsiasi altra cosa.

Scegli tu, cambia una anche solo  una piccola variabile nella tua vita e scoprI come ti fa sentire. 

“Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo”  Lao Tzu .
 UN PRIMO PASSO CHE TI RIPORTERA’ A TE!

Foto di Ravi Shekhar