fbpx
815 Views

Questa stagione è arrivata d’improvviso e in modo prorompente: una mattina tornando da alcune commissioni in moto con il mio compagno eccola li, splendida..

L’odore bagnato dell’erba, il cielo che promette pioggia, quel giubbottino indispensabile per non aver fretto, l’aria frizzante, le prime foglie pioniere che svolazzano sull’asfalto. Quanta bellezza!

Scrivo con fuori il temporale e sento solo poesia ed anche eccitazione per un nuovo viaggio che sta per compiersi!

Nei mesi che verranno sicuramente guarderò al tema del “lasciare andare”  le foglie che non servono più – di cui ho parlato in altri articoli ( LEGGI QUI ) –  per creare nuovo spazio per le nuove foglie primaverili, ma quest’anno sento di dover porre la mia attenzione sul viaggio della foglia autunnale, perchè risuona in me il suo esempio.

A Settembre come foglia sull’albero della vita, ho fatto il punto ( LEGGI QUI )  di tutte le esperienze fatte nei mesi trascorsi con consapevolezze e certezze che hanno dato forma a ciò che sono, ora con l’arrivo dell’Autunno provo un desiderio muovermi, sento che è tempo di spostarmi dalla mia zona di confort  senza paura, con l’eccitamento che accompagna chi sta per spiccare il volo con direzioni che ancora non so, fiduciosa del vento che mi sosterrà, fiduciosa per la prima volta di assaporare un salto nel vuoto che parla di bellezza.

Ed  è proprio questa la figata!!!

Guarderò i miei colori cambiare, farsi caldi e bellissimi prima di toccare terra e poi mi trasformerò, diventerò nuovo nutrimento e nuovo humus per rinascere in primavera con un nuovo profumo, con nuove parole da raccontare..

Dunque vista così  l’ Autunno parla del sapore della meraviglia e mi sostiene a credere che son io la fautrice del mio destino, io la protagonista della mia vita!

E come me ci sono altre mille splendide foglie e TU sei una di queste..

Vuoi tornare ad esser anche Tu protagonista della Tua vita??

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!